Il "Rotonda" 2017

 

 

 

 

Home

Dal 26 luglio al 5 agosto alla Fortezza Vecchia

65° edizione del “Premio Città di Livorno Mario Borgiotti”

Edizione speciale del Premio Nazionale di Arte Contemporanea che vede in gara 32 artisti.

 

Livorno, 25 luglio 2017.

Temporaneamente orfana della tradizionale e storica ambientazione alla Rotonda d'Ardenza, la 65a edizione del Premio si svolge in una cornice ancor più suggestiva, all'interno della Fortezza Vecchia, entro un largo spiazzo detto "quadratura de' pisani" e all'ombra del Mastio della Contessa Matilde, tutti manufatti tardo medievali, intrisi di fascino e di leggende. Vi presentiamo di entrambi, il Premio e la Fortezza, qualche immagine fotografica, dopo i saluti del sindaco e dell'assessore alla cultura di Livorno.

 

Per il Premio Rotonda ricorre quest'anno un anniversario importante.

È esattamente da 65 anni infatti che questa manifestazione ha preso vita e ha iniziato quel percorso virtuoso che, fin da subito, ne ha fatto uno degli appuntamenti più attesi dell'estate livornese, una vetrina di pittura per tanti artisti della nostra città ma, soprattutto, un momento di aggregazione importante della produzione artistica della città e non solo.

Ma il Premio Rotonda è riuscito a fare anche di più: ha saputo accogliere e mescolare insieme, nel tempo, nuove forme espressive e frontiere dell'arte contemporanea, dimostrando da una parte una curiosità e una sensibilità non scontate entro ambienti artistici e culturali di questo tipo, e riflettendo, dall'altra, quello spirito di accoglienza e quell'innato senso di mescolanza che da sempre contraddistingue la nostra città e ne identificano le origini e la storia.

Del resto le nozze di ferro, così è chiamato il 65° anniversario quando si parla di matrimoni, indicano un evento contraddistinto da legami familiari forti che sono divenuti nel tempo inattaccabili. Così è per Livorno e la pittura, con tutta la sua ricca e variegata tradizione. Credo tuttavia che se il Premio Rotonda è riuscito a porsi come punto di riferimento nazionale nel campo della pittura, è anche perché ha saputo sorprenderci ogni volta con qualcosa di nuovo e di bello.

Solo rinnovandosi e cercando di aderire anche alle mutate sensibilità artistiche e ai diversi contesti culturali, pure nel rispetto della tradizione, è infatti possibile garantire a eventi di così lungo corso quel successo e quell'apprezzamento di pubblico e di critica che meritano.

Quest'anno il Premio si svolgerà nella suggestiva cornice della Fortezza Vecchia, lasciando così la storica location della Rotonda dove è partito un importante intervento di restauro e ampliamento dello chalet che punta a trasformare la pineta della Rotonda in un luogo di ritrovo utilizzabile tutto l'anno e non più 'aperto' solo d'estate. Rinnovare significa anche questo. Sono certo che la nuova ambientazione in un luogo storico di tale importanza, dove è possibile leggere l'intera storia cittadina e già da tempo dedicato a eventi e iniziative culturali, contribuirà senz'altro a valorizzare ancora di più un appuntamento che anima la città ininterrottamente dal 1953 e che auspichiamo possa continuare a farlo anche negli anni avvenire.

Filippo Nogarin Sindaco di Livorno

 

 

Per il secondo anno in veste di assessore sono a rinnovare il mio saluto per il Premio Città di Livorno, che si conferma come atteso appuntamento dell'estate labronica e che registra ogni anno moltissimi pittori e scultori provenienti da ogni dove.

Quest'anno, per la prima volta per via dei lavori allo Chalet della Rotonda, la manifestazione emigra temporaneamente dalla pinetina di Ardenza alla Fortezza Vecchia: sono sicuro che questo incantevole spazio sarà all'altezza di accogliere la molteplicità di opere d'arte che saranno esposte all'interno delle antiche fortificazioni, a due passi dal terminaI crociere e quindi luogo di passaggio di moltissimi turisti e viaggiatori. E a due passi, quest'anno, anche dai luoghi di Effetto Venezia, una simultaneità che porterà di certo un pubblico variegato rispetto alle precedenti edizioni del Premio Rotonda.

Il "Rotonda" appartiene all'anima labronica e, anche se quest'anno dovrebbe chiamarsi il "Fortezza", è un premio che fa parte del nostro amore per l'arte figurativa. Il nostro è un territorio ricco di .bellezze naturali che hanno ispirato i grandi nomi come Fattori, Bartolena, Natali, Romiti, tanto per citarne alcuni, e il tormentato (viste anche le ultime vicende sulla esposizione dei falsi a Genova) Modigliani.

Giungano a tutti voi, pittori, scultori e visitatori i sentimenti di gratitudine per la vostra partecipazione al premio, una rassegna storica che offre occasioni di confronto e conoscenza, ma soprattutto che evidenzia attraverso le moltissime opere esposte la creatività e il talento di molti artisti.

Che dunque questo appuntamento con l'arte sia un festoso affollarsi di persone e di colori!

Francesco Belais Assessore alla cultura

 

 

Orario mostra: dalle 9 alle 24 – Ingresso gratuito.

 

Info:  329/3164894

Comune di Livorno, Ufficio Cultura: 0586/820521-23

Servizio fotografico

 

 

 Chiudi